sabato 31 dicembre 2016

Comunicato redazione e auguri per un sereno 2017 a tutti nessuno escluso!

.
A U G U R I 
a tutti gli amici e ai lettori di 
controvetoblog...l'aria che Ci gira intorno.

Le pubblicazioni riprenderanno dal 9 gennaio 2017

Chiesa di Bernareggio - Questa sera si prega per la Pace.



Dalle ore 23:00 di sabato 31 dicembre alle ore 01:00 del primo gennaio 2017 la chiesa a Bernareggio sarà aperta per chi vuole pregare per la Pace.
.

Chiesa di S. Antonio Concorezzo - Intervento by Staff ceramiche vezzoni srl Osnago

Chiudere l'anno in "bellezza" autentica e vera.
Un pavimento in originale cotto lombardo.
Dopo tanti colori neutri, bordi rettificati, e piastrelle dal design contemporaneo e dai formati apparentemente impossibili, extra large, un ritorno alle origini, alla semplice terra, all'acqua e al fuoco e al sapiente lavoro manuale dell'uomo, e ai colori caldi e imprevedibili della terracotta della Brianza; mi ci voleva proprio.
Si deve sempre essere preparati e capaci di dare una risposta competente a tutti i nostri clienti.

La sfida, la passione sono il bello del nostro lavoro.
A U G U R I
emmesse / www.ceramichevezzoni.it


Sulbiate - Notizie dal Circolo PD - UNIONE tra comuni

.

Per leggere il documento CLICCARE QUI o sull'immagine sopra riportata.

Sulbiate - Notizie dalla minoranza Facciamoci in Quattro per Sulbiate.

E' stato distribuito in questi giorni il foglio informatore del  Gruppo consigliare di Minoranza Facciamo in Quattro per Sulbiate - F in 4 news. 
Per sua conoscenza e maggior diffusione di seguito pubblichiamo le immagini delle pagine. 
Per ingrandire cliccare sulle foto.

Temi trattati: 
- La situazione critica di via Fermi per denunciare le emergenze di viabilità e sicurezza che il comune ad oggi non è riuscito a risolvere.
- La questione Fabbrica dell'acqua
- Ex Filanda o Fabbrica del Fare: per Facciamoci in Quattro la situazione è già sconsolante.
- Unione con Aicurzio.

Redazione


.

venerdì 30 dicembre 2016

Buon compleanno Patti Smith.

"Nessuno mi stava aspettando, tutto mi aspettava".
Patti Smith



Frederick 
Il testo e la traduzione

Katatana - Prima convocazione Poker 2017.

Per incominciare bene l'anno e non perdere 
le buone abitudini con gli amici Guerrieri: 
Poker! 
Si inzia alle 21:00 circa,  e si termina "fin che ce n'è", circa.


Solo vecchi amici, fiches, carte, stuzzichini, fumo e alcol...Olà.

Esiste migliore rigenerante, tonico, corroborante  
per spirito e corpo???

emmesse

giovedì 29 dicembre 2016

Vimercate Sottosopra: panem et circenses?

E' terminato a Vimercate il primo festival "Vimercate Sottosopra". 
I cittadini hanno risposto positivamente. Più di 3000 persone hanno assistito agli eventi in programma.

Ma subito grazie ai social è scoppiata la polemica.

In un primo momento l'Amministrazione Pentastellata ha dichiarato che per la manifestazione si erano dovuti spendere 20.000 euro, ma incalzata dalla minoranza la cifra si è dovuta subito correggere aumentandola di 14.000 euro per un totale di ben 34.000. 

Come è potuto accadere? 

Noi non ci saremo - Nomadi / Guccini

"Noi non ci saremo" fu la prima canzone che un giovane sconosciuto autore/poeta di nome Francesco Guccini presentò ai Nomadi che subito furono ben contenti di interpretarla. Iniziò una collaborazione che durò molti anni. 

Poi arrivarono "Dio è morto", "Canzone per un amica" e tante altre ancora:



NOI NON CI SAREMO 
Testo e accordi

Fegatelli di maiale alla cortonese (toscana). By Rosso Pomodoro.

Fegatelli di maiale 


Questo è un piatto antico e molto diffuso in Toscana, tanto che in diverse macellerie ancora oggi, si trova già preparato per essere cucinato.  In passato spesso era servito durante il periodo natalizio.
La ricetta dei fegatelli è già presente in libri di cucina del 1300 e Pietro l'Aretino ne fa menzione in un suo scritto. Non è certamente un piatto leggero ma il suo sapore è tutto da scoprire: deciso e gustosissimo.

I fegatelli devono essere ben cotti ma non si deve eccedere nella cottura e ovviamente anche nella quantità per non appesantire la digestione.

Da accompagnare rigorosamente  con un buon vino rosso di carattere e corposo.


Ingredienti:


500 gr di fegato di maiale
250 gr circa di rete di maiale
semi di finocchio selvatico
2 spicchi d'aglio
sale e pepe
olio extra vergine d'oliva

Procedimento:

mercoledì 28 dicembre 2016

Di Pietro:"Pedemontana non si può lasciare a metà!".

Gli "amici" di Pedemontana
Maroni                                     Di Pietro
Oggi sul Corriere della Sera nella pagine dedicate alla cronaca di  Milano Andrea Senesi intervista il Presidente di Pedemontana Antonio Di Pietro


Il titolo: 
Di Pietro riconosce che l'opera doveva essere pensata in modo diverso e che se fosse stata meno faraonica sarebbe stato meglio. Non si sbilancia circa la fine dei cantieri.
Individua il primo elemento a rischio per ultimare l'opera nella difficoltà di attirare finanziamenti privati, che però sulla carta è stato sistemato grazie al fondo di garanzia da 450 milioni di euro della Regione Lombardia che permetterà alle banche di erogare finanziamenti senza correre il rischio di perdere l'investimento.

Di Pietro ritiene corretto l'uso a garanzia di questi soldi pubblici perchè:" Non si può lasciare l'opera a metà, costerebbe molto di più in termini di sanzioni e di soldi da restituire. E poi cosa facciamo? Riconvertiamo i tratti che ci sono in piste di go-Kart? E sui terreni espropriati ci facciamo campi da Golf?"

Articoli correlatiu: 

Pedemontana: Di Pietro il nuovo Presidente. Ma che ci azzecca?

Pedemontana Di Pietro: "Sarà terminata entro il 2021"

28 dicembre 1943 - Fucilazione dei 7 fratelli Cervi.

Per ricordare e riflettere sulla nostra storia e sulla nostra identità: 

Per saperne di più cliccare la foto della Famiglia Cervi.

Vimercate - E' morto il partigiano Felice Carzaniga compagno dei Martiri Vimercatesi.

Cippo di Arcore di  via Baracca 15
dove era sito il piccolo areoporto
Eretto  in memoria dei
Martiri Vimercatesi-
Testo tratto dalla pagina FaceBook di Paolo Brambilla
post del 27/12/2016

"Ieri abbiamo salutato per l’ultima volta Felice Carzaniga. 
Il suo nome magari ci dice poco, ma la nostra città deve molto a lui, come ai suoi compagni della lotta partigiana.

Discreto e riservato se ne è andato, come con discrezione e riservatezza aveva scelto di vivere il suo essere stato un giovanissimo partigiano, con i “martiri vimercatesi” compagno di azioni militari tra le quali l’attacco al campo di aviazione di Arcore del 29 dicembre 1944, con loro imprigionato e processato dal tribunale militare fascista per “appartenenza a bande armate operanti in danno alla Repubblica Sociale Italiana”, “distruzione e sabotaggio di opere militari della RSI”.

Lui, nato nel 1927, in quel processo fu condannato a 30 anni di reclusione, invece che essere condannato a morte come i suoi compagni, solo in considerazione della “sua età, minore degli anni 18”.


Non fosse stato così giovane, ad essere fucilato al terrapieno di Arcore ci sarebbe stato pure lui.
Ha vissuto la sua vita accanto a noi, lontano dai riflettori, fino a qualche giorno fa: silenzioso testimone di un impegno civile che carica di responsabilità il nostro essere, oggi, cittadini del paese libero e democratico che ci hanno lasciato lui e quei giovani eroi."


Paolo Brambilla Ex Sindaco di Vimercate (MB)

articolo correlato:
La Bella Gioventù di Vimercate del 1945

Prof. Augusto Gerli - A un anno dalla morte.

Nell'ambito di "Incanto e disincanto nell'arte di Augusto Gerli", a un anno dalla sua scomparsa, presso l'Auditorium della Biblioteca di Vimercate, venerdì 20 gennaio ' 17 alle ore 20:45, proiezione di film premiati in rassegne nazionali e internazionali. 



Interverranno: Mariolina Gamba - Presidente Nazionale centro studi cinematografici, Patrizia Canova - Insegnante e educatrice nella formazione ai media e al cinema, Simona Batolena - Storica dell' arte, e testimonianze di Ex Alunni.



Redazione

sabato 24 dicembre 2016

Auguri: sereno e S. Natale 2016.


"Se ci diamo una mano i miracoli si faranno, 
e il giorno di Natale durerà tutto l'anno".
G. Rodari

N.d.r.: Le pubblicazioni riprenderanno mercoledì 28 dicembre 2016.
Auguri a tutti gli amici e lettori di controventoblog.

Lo zio Rodolfo - Foto Cortona 1956 circa.

Dimenticare come zappare la terra e curare il terreno significa dimenticare se stessi.
(Mahatma Gandhi)

Lo Zio Rodolfo Sarchielli - Cortona loc. Sodo 1956 circa -
particolare tratto da una delle foto di Duilio, il cugino americano.

venerdì 23 dicembre 2016

Gli auguri delle ceramiche vezzoni srl Osnago - pavimenti e rivestimenti dal 1967.

Difficile ricordarsi e arrivare a tutte le persone che grazie al lavoro ho incontrato quest'anno. Per ringraziare e augurare loro un felice Santo Natale e un sereno anno nuovo, di seguito l'immagine che insieme allo staff delle ceramiche vezzoni srl di Osnago abbiamo scelto di pubblicare per l'occasione sulla pagina FB della ditta:


 " Se ci diamo una mano i miracoli si faranno, e il giorno di Natale durerà tutto l'anno". 
Gianni Rodari

AUGURI
emmesse

Palle di Natale (Smile! It's Christmas Day) - Progetto giovani

Questo è proprio da diffondere e condividere:

PALLE DI NATALE (SMILE! IT'S CHRISTMAS DAY) è la canzone di Natale realizzata dagli adolescenti de "Il Progetto Giovani" (http://www.ilprogettogiovani.it) della Pediatria Oncologica della FONDAZIONE IRCCS - ISTITUTO NAZIONALE DEI TUMORI di Milano, con la collaborazione di Stefano Signoroni, Giacomo Ruggeri, Tommaso Ruggeri, Jacopo Sarno, Andrea Vigentini, Marco Scipione e Massimiliano Paganin
Coordinamento artistico/musicale di Stefano Signoroni (http://www.stefanosignoroni.com)
ACQUISTA LA CANZONE su iTunes: https://itunes.apple.com/it/album/pal...

Progetto sostenuto dall'Associazione BIANCA GARAVAGLIA ONLUS (http://www.abianca.org

Redazione

Papa Francesco chiama in diretta Unomattina e augura a tutti buon S. Natale.

Ieri, Papa Francesco ha chiamato in diretta Unomattina e ha augurato a tutti un Natale Cristiano a tutti come il primo:

"... quando Dio ha voluto capovolgere i valori del mondo si è fatto piccolo in una stalla, con i piccoli, con i poveri, con gli emarginati. 

La piccolezza in questo mondo dove si adora tanto il dio denaro: che il Natale ci aiuti a guardare la piccolezza di questo Dio che ha capovolto i valori mondani. 

Vi auguro un Santo Natale,  e felice, Santo e felice Natale, Un abbraccio a tutti. Buon Natale."

Per vedere il video CLICCARE QUI o sull'immagine sopra riportata. 

Redazione

giovedì 22 dicembre 2016

Zia Leti e un presepe molto particolare.Di Don Marco - Ketz

Della serie: "L'insostenibile leggerezza delle parole (Parabole) di Don Marco, al secolo Ketz."



Le grida e le risate dei ragazzi riempivano la stanza, seduti in cerchio non riuscivano né a stare fermi né, tanto meno, a stare zitti. Zia Leti li osservava compiaciuta, la loro vivacità la rallegrava sempre. Decise comunque di intervenire per comunicare  il motivo del loro ritrovarsi. Ottenuto il silenzio disse: - Ragazzi siamo qui perché abbiamo ricevuto il compito di fare il presepe, abbiamo campo libero, quindi fuori le idee!-
Un ragazzo alzò la mano. – Mario dì pure! – lo esorto Zia Leti.

-         Perché si fa il presepe? –
-         -Chi è stato il primo a farlo? – Intervenne una bambina di nome Sara
-         Il primo è stato San Francesco, lo fece però non con le statuine , ma con le persone. Volle aiutare la gente a contemplare il mistero del Natale: il Figlio di Dio che si fa uomo, Gesù, che viene nel mondo, entra nella storia come un bambino.-
-         Ma se Dio è onnipotente – disse Alex – non poteva scegliere un modo un po’ più forte e grandioso?-
-         Dio ha scelto la via della debolezza per manifestarsi; un bambino ha bisogno di tutto, non è autosufficiente. Dio ha una totale fiducia nell’uomo e si consegna interamente nelle sue mani, chiede di essere accolto, amato, ha chiesto a un papà e a una mamma di prendersi cura di lui. Ci insegna ad amare chiedendoci di amarlo, ci infonde fiducia dandoci fiducia, non si comporta come un prepotente, ma umilmente si affida alle nostre premure. Oggi come allora non viene con la pretesa di cambiare il mondo, ma con la semplicità di voler stare in mezzo a noi e donarci la sua vita. –

Intervenne una ragazza , Olga, e disse: - E’ venuto solo per i buoni o anche per i cattivi? –
- E’ venuto per tutti – rispose  Zia Leti – soprattutto per i più poveri, i più deboli, per chi si sente solo e fragile, per dare speranza a chi soffre. Per dire a tutti che siamo figli di Dio, infinitamente e teneramente amati da Lui. –
A questo punto Diego, un ragazzo particolarmente vivace disse: - Io ho un’idea: mettiamo nel presepe degli oggetti che rappresentino un po’ di situazioni belle .  Ad esempio dei giochi, disegni con persone che si vogliono bene, mani che si stringono in segno di amicizia, un po’ di colori per significare le diverse popolazioni del mondo.-
- Si buona idea- rispose Chiara- però mettiamo anche qualcosa che indichi che nel mondo ci sono anche delle situazioni tristi, che fanno soffrire le persone, come la guerra, le ingiustizie , le malattie, l’egoismo .-


Allora iniziarono a mettere nel presepe dei piccoli mattoni rotti per simboleggiare le case distrutte, soldatini e armi per indicare la guerra, denaro finto per rappresentare l’avidità e l’ingiustizia, insieme alle tante altre cose che avevano detto. In mezzo ci posarono Gesù Bambino.  

Zia Leti osservava, affascinata dall’opera di quei ragazzi. Il tutto sembrava disordinato, pieno di contraddizioni, esattamente come è il nostro mondo, ma la statuetta di Gesù Bambino, lì nel mezzo esprimeva, in modo particolarmente evidente, che Dio non si era stancato dell’umanità, che ancora insisteva nel voler abitare in questo nostro mondo, nella nostra storia, per rivelare ancora una volta il suo amore fedele. 

Pensò che forse qualcuno vedendo quel presepe l’avrebbe definito solo una grande confusione, qualcun altro un po’ tradizionalista avrebbe sottolineato la mancanza dei soliti personaggi, ma quei ragazzi avevano compreso il senso profondo delle parole dell’evangelista Giovanni: “ il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi, e noi abbiamo contemplato la sua gloria; la luce splende nelle tenebre e le tenebre non l’hanno vinta.” 

A quel punto non riuscì a fare a meno di applaudire e gridare: -Bravi ragazzi.- Mentre nella sua mente risuonava una frase che aveva sentito molti anni prima: “Questo tuo amore incarnato ci fa sentire senza fine la sue voce di speranza.”

Auguri by I LOVE 1964 - Nati nel 1964 Vimercate (MB)

Sono proprio bravi gli amici del 1964 di Vimercate e dintorni. 
Peccato perchè, mannaggiamannaggia causa lavoro, questa me la sono persa. 
Di seguito carrellata di alcune foto, tratte dal gruppo FB, della recente apericena per gli "Auguri di Natale 2016" by I LOVE 1964.


 A U G U R I 

mercoledì 21 dicembre 2016

Focaccia con uva e fichi - Pan del Buttero by Rosso Pomodoro.

Ingredienti

100 gr farina 00
100 gr di farina manitoba
1/2 cucchiaio di sale
10 gr di lievito di birra
40 gr di uvetta sultanina
40 gr di zucchero
1/2 bicchiere di acqua tiepida
25 gr di olio extra vergine d'oliva
150 gr di fichi secchi
2 cucchiai di zucchero


Procedimento

Ammorbidire l'uva sultanina in acqua tiepida. Sciogliere sempre in acqua tiepida il lievito sbriciolato. 

In una ciotola capiente versare le due farine lasciando un foro nel centro dove verseremo l'acqua con il lievito sciolto, il sale, lo zucchero, l'olio e l'uvetta e i fichi tagliati a piccoli pezzi. 

Iniziare a lavorare con una forchetta, poi quando l'impasto si sarà un po' indurito usare le mani e procedere con energia per almeno dieci minuti in modo che sia ben amalgamato, elastico e soffice.

Formare una palla e aiutandovi con la farina stendere la pasta con il mattarello fino ad una altezza di circa 3 cm. 

Porre la pasta in una teglia ben unta (se si preferisce usare al carta da forno) e lasciare lievitare per almeno 1 ora e 30 minuti coperta da un canovaccio in un luogo tiepido.

Prima di mettere in forno spennellare la superficie con un liquido che si è ottenuto miscelando 1 cucchiaio di olio e 2 cucchiai di acqua tiepida. (Operazione utile al fine di evitare spaccature all'esterno della focaccia).

Spolverare con due cucchiai di zucchero e cuocere in forno a 180/200° per circa 15 minuti. 




martedì 20 dicembre 2016

Unione Aicurzio/Sulbiate, manca l'unanimità.

Santuario di Campegorino -  Aicurzio
Il Consiglio Comunale di Sulbiate ha approvato l'avvio all'iter che potrebbe portare all'Unione con il comune di Aicurzio. Il provvedimento è stato approvato solo dalla maggioranza.
Contrario il voto delle due minoranze.

La discussione è stata molto animata.

L'accusa rivolta al Gruppo Sulbiate Insieme non è nuova: decidono da soli, non aprono discussioni, non organizzano incontri preventivi anche quando l'argomento va ben al di là dell'ordinaria amministrazione, esula dal mandato, e si rivolge al futuro amministrativo di tutta la comunità.

S. Ambrogio - Sulbiate
Che futuro può avere questa direttiva applicata solo con la forza dei numeri quando il Primo
Cittadino di Aicurzio Gianmarino Colnago, ha più volte affermato che per procedere attendeva sulla questione l'unanimità del Consiglio Comunale di Sulbiate?

post correlato: Aicurzio/Sulbiate : questo matrimonio sa' da fare?

Sulbiate - Sulbiate Insieme: le scelte non sono condivise!

Nell'ultimo Consiglio Comunale a Sulbiate non si è respirato atmosfera natalizia.

La notizia è tanto strana e originale,  che si è guadagnata, in un piccolo trafiletto (foto a lato),  la prima pagina del Giornale di Vimercate da oggi in edicola con il nuovo numero settimanale.

La consigliera Patrizia Campagner con delega alla Pubblica Istruzione, prima ha presentato il Piano di diritto alla studio di 400.000 euro, poi ha votato contro.

Ha così dichiarato Campagner :- Pur avendo collaborato alla stesura mi trovo in disaccordo su un punto che ritengo fondamentale. Negli ultimi giorni si sono liberate risorse che non sapevamo di avere e che, però, sono state designate senza una condivisione. Con rammarico esprimo voto contrario.  Non è un voto si sfiducia nei confronti di Sulbiate Insieme, del Sindaco o della Giunta, ma solo per questa delibera-. Per approfondire trovate l'articolo sul Gdv a pagina 46.

Riflessione personale.
Purtroppo non è una novità. La storia si ripete.
Già in passato la Civica Sulbiate Insieme era stata accusata da altri politici locali di scarsa collegialità, mancanza di reale condivisione, inadeguata comunicazione, tra i vari membri della maggioranza e suoi sostenitori, nelle discussioni e confronti preliminari per la scelta di importanti decisioni. 

In molti confidavano che in questa amministrazione, grazie al nuovo Sindaco Andrea Crespi (ormai a fine mandato e che ha già dichiarato di non volersi più ricandidare CLICCA QUI così come il suo attuale Vice CLICCA QUI  ) questo problema si sarebbe certamente risolto. 

Ma, a  quanto pare, e l'ultima clamorosa vicenda che ha per protagonista la Consigliera Campagner lo attesta chiaramente, così non è stato!

Qualora dovesse affermarsi ancora alle imminenti Amministrative per il Comune di Sulbiate la Lista Civica Sulbiate Insieme, non ci resta che auspicare in un nuovo Primo Cittadino, un po' più illuminato, un po' più libero, e con maggiore capacità di vera relazione e di autentico critico ascolto, almeno, se non di tutti i sulbiatesi, nei confronti dei i suoi consiglieri e delle  persone che lo sostengono e sono parte del suo gruppo. 

Sarebbe, già questo semplice fatto, per la politica di Sulbiate, una grande e benefica rivoluzione!

emmesse

Buona Natale da Cortona by night.

Cortona, 20/12/2016

Regione Lombardia - Azzardo Pedemontana: a garanzia si giocano altri 450 milioni!

Comunicato stampa gruppo regionale PD su Pedemontana. 

Tratto dalla Pagina di FB del capogrupp PD Brambilla.

La giunta regionale ha presentato un emendamento al bilancio regionale preventivo 2017-19, che andrà in approvazione in Consiglio nelle giornate di martedì e mercoledì, per introdurre la garanzia fino a 450 milioni di euro per Pedemontana. 
Tecnicamente si tratta di un'autorizzazione alla giunta regionale di accantonare 22,5 milioni di euro l'anno tra il 2025 e il 2044, come "garanzia del servizio di debito" per l'eventuale minor introito dai pedaggi rispetto a quanto oggi previsto nel piano economico finanziario dell'opera. Ciò al fine di garantire la "bancabilità" per la realizzazione delle tratte B2, C e D.

Una scelta che il gruppo regionale del Pd non condivide, come spiega il capogruppo Enrico Brambilla:
Enrico Brambilla
 “Esporrre in questo modo la Regione su Pedemontana è chiaramente un azzardo. L'opera ad oggi si regge su un piano economico e finanziario palesemente incongruo, oltre al fatto che ancora ci risulta non essere stato risolto il contenzioso con la società Strabag circa le riserve che essa avanza. In assenza della soluzione di questo problema e della revisione del piano economico la garanzia da parte della Regione è improponibile, ne chiederemo il ritiro".

Articoli correlati - Pedemontana sul filo del rasoio
Pedemontana: dal "Patto per la Lombardia" tre miliardi

domenica 18 dicembre 2016

Buona domenica del 18 dicembre 2016

ndr: le pubblicazioni riprenderanno regolarmente da martedì 20 dicembre 2016

I cinque post più cliccati della settimana di controventoblog

Magritte - 1937 - Uomo allo specchio.
"L' uomo si guarda allo specchio, la donna vi cerca sé stessa". Elissa Melamed

Credo che la maggioranza degli uomini non abbia la stessa capacità di introspezione delle donne. Sarò un po' all'antica, ma la vita pratica e le relazioni con i miei simili, in diversi casi, a me così, lo hanno confermato. 

Io davanti allo specchio ci passo veramente poco tempo. Giusto i pochi minuti la mattina per radermi, anche se a questo punto potrei farlo a occhi chiusi. E in quei momenti a me non è mai passata per la testa l'idea di analizzare i miei sentimenti o chiedermi se sono felice e in pace con me stesso. 

Invece bisognerebbe essere capaci di rallentare e cercare di scoprire sempre qualcosa di noi. Credo, però, che questo si possa fare anche senza uno specchio e che sia sufficiente solo un po' di quiete e di tempo.

E allora, buona domenica a tutti gli amici lettori di controventoblog  con l' augurio  di saper imparare a rallentare per scoprire quel tempo prezioso utile ad ascoltare il battito del proprio cuore e a seguire il filo dei propri personali, intimi pensieri. 

Sarà facile che la prossima volta che vi troverete difronte  allo specchio (anche solo per farvi la barba) vi si possa manifestare un volto nuovo. Altrimenti il rischio credo sia quello del quadro Magritte, cioè, cercarsi in uno specchio ma non vedersi/conoscersi mai.

emmesse

I cinque post più cliccati della settimana di controventoblog


Vimercate - Primo festival internazionale di teatro/circo dal 22 al 28 dicembre.

Sulbiate - L'ExFilanda spalanca le porte: visita guidata il 17/12

Dal vangelo secondo Dibba: fascismo e antifascismo.

Because the night - Patty Smith/Bruce Springsteen 1978

Cibo locale a KM ZERO grazie a "TRE PARCHI IN FILIERA"



Precedente Buona domenica CLICCA QUI 

Ndr:
Le pubblicazioni riprenderanno regolarmente da martedì  20 dicembre 2016

sabato 17 dicembre 2016

Buon compleanno Jorge Mario Bergoglio - Papa Francesco

Buon compleanno by controventoblog

Sulbiate - Con te nascono parole di speranza

.

Because the night - Patty Smith/Bruce Springsteen - 1978

Questa è una tra le canzoni rock più belle di tutti i tempi. 
Fu scritta da Bruce Spingsteen nel 1978. 


Patty Smith - anni '70
Il Bos stava registrando l'albun  Darkness on the Edge of Town  ma si accorse che il brano in quel lavoro non avrebbe trovato posto. Lo propose  alla collega, Patty Smith, che stava registrando nello studio a fianco al suo all' LP Easter

Lei modificò il testo secondo la sua ispirazione e femminile sensibilità. 
Lo dedicò al marito. 
Fu il primo singolo estratto dall'album e fu subito un grande successo. 

Springsteen ha spesso cantato nei sui concerti "Because the night" ma sempre con il suo testo originale e non con quello modificato dalla Smith. 
Lo incise solo nel 2010 nell'album The Promsìse.

Video musicale con il testo di Patty Smith:



Traduzione in Italiano:

Vimercate - Primo festival internazionale di teatro circo dal 22 al 28 dicembre.

A Vimercate sarà un Natale originale, artistico e poetico.
Circo, laboratori di giocolieria, spettacoli di cabaret, illusionisti, trampoli, teatro di narrazione:saranno i protagonisti di  "Vimercate sottosopra", prima edizione del festival internazionale di teatro-circo che si svolgerà in città durante il periodo natalizio.
Pubblichiamo di seguito la locandina e il programma:


venerdì 16 dicembre 2016

Dal vangelo secondo DIBBA: fascismo e antifascismo.

A me certe uscite dei cinquestelle continuano a suscitare molta preoccupazione!
emmesse
E Dibba disse:-"E' più importante essere onesto che antifascista. Nel 2016 parlare di fascismo e antifascismo è come parlare di guelfi e ghibellini per me".

Domanda: - ma se uno è onesto e antifascista è meglio oppure è uguale?

Dibba rispose:" Ripeto siamo nel 2016 ancora parlare di fascismo e antifascismo,... ripeto ancora a parlare di questa roba!"



Per approfondire l'articolo di Ivan Scalfarotto pubblicato da Il Post:

Le cose in cui crediamo

Alessandro Di Battista, in un post su Facebook, si rivolge agli elettori del PD. Tutte le malefatte del PD dovrebbero indignarvi, dice, e invece state qui ad accusare il M5S.“Vi prego, aprite gli occhi”, si accalora, “dovreste sentirvi feriti più di tutti proprio voi che avete creduto in questo partito e invece, evidentemente per non ammettere a voi stessi un fallimento, ve la prendete con il M5S”.
CLICCARE QUI


Bernareggio - Solidarietà con gusto - mercatino solidale

.

Bernareggio - Concerto. Natale barocco.


La Cortona Convertita - Canto secondo - F. Moneti



Canto secondo
ARGOMENTO.


A Cortona ne va, dove aspettato
     E’ il Padre Missionario Gesuita;
     Quivi da molta gente accompagnato
     In chiesa tutti esorta a mutar vita,
     Dal Popolo per santo è già spacciato;
     Vieti dall’Autor l’ipocrisia schernita;
     E dal Padre zelante con rigore
     Vien fatto un lavacapo a Monsignore.
I.

Ognuno in questo Mondo tal si tiene,
     Che perfetto si stima in ogni cosa,
     E nessun vuol, se mal’oprando viene,
     Ripreso, esser col vers,o o con la prosa;
     Ma la superbia che dall’uom proviene,
     Col suo strano capriccio ognor si sposa
     L’error per opra degna, e il mal ben fatto,
     Chi spalle ha di somar sostiene in atto.

giovedì 15 dicembre 2016

Parole ritrovate - Fabrizio Bassani, domani a Trezzo.

Incontro con l'autore per la presentazione del libro "Parole ritrovate" presso la Libreria il Gabbiano a Trezzo venerdì 16 dicembre alle ore 21:00.

Condurrà la serata Francesca Bonanomi del gruppo Farenheit 451 della Biblioteca di Vimercate.
Brani del libro saranno letti dall' attrice Lilli Valcepina.

Redazione

Bellusco anima il Natale.

Le Associazioni di Bellusco in collaborazione con il Comune per il periodo natalizio: 

Per ingrandire cliccare sull'immagine.


mercoledì 14 dicembre 2016

Sulbiate: La ExFilanda spalanca le porte. Visita guidata il 17/12

La notizia l'abbiamo già pubblicata qui  (iniziativa Pro Loco Vimercate), però la locandina che segue pare un po' più dettagliata.

Non è necessaria la quota di partecipazione per la visita guidata all' ExFilanda di Sulbiate .

Si consiglia la prenotazione solo per chi è interessato alla merenda.
Il costo della merenda è di 5 €


Info e prenotazioni: info@exfilanda  - cell.  377 130 4141

Consorzio Comunità Brianzadelleali teatro e Make in Progress ci parleranno del progetto 


FABBRICA DEL SAPER FARE

Redazione
Post correlato: Sulbiate - Pro Loco di Vimercate visita l'ex Filanda

Memo: domani a Lesmo appuntamento da non perdere!

                   Per saperne di più cliccare qui




Cavallucci toscani. By R.P.

Antico dolce toscano che la tradizione vuole si prepari in particolare nel periodo natalizio da accompagnare con un bicchierino di buon vin santo: combinazione eccezionale (integratore alimentare) per rinvigorire corpo e spirito.

Ingredienti (dosi per circa 70 biscotti):
Cavallucci toscani


2 bicchieri di acqua (usare come misura il bicchiere di plastica)
1 kg. Zucchero
10 gr. Bicarbonato
15 gr. Semi di anice pestati
15 gr. Spezie (almeno un po' di noce moscata)
70 gr. Cedro candito
70 gr. Arancia candita
500 gr. Noci (senza gheriglio)
800 gr. Farina per amalgamare 
500 gr. Farina per impastare nella spianatoia
Cottura 180 gradi per 10 minuti

Procedimento:


In una pentola capiente stiepidire l'acqua, poi aggiungere lo zucchero e farlo sciogliere, unire bicarbonato, anici, spezie, canditi e noci, per ultima la farina.
Amalgamare bene il composto e continuare a lavorare sulla spianatoia utilizzando altra farina, magari è anche troppa, quindi puoi anche lasciarne un po' . Fare dei rotoli come quando si fanno gli gnocchi, tagliare a rondelle e fare delle piccole palline (come polpette), disporle nella placca del forno con carta da forno, schiacciare moderatamente con il pollice il centro di ogni pallina. Posizionare nella teglia. 



Perchè il nome cavallucci?

Alcuni sostengono che fossero biscotti lasciati a disposizione per uno spuntino veloce e energetico per i viaggiatori durante le soste alle poste per il cambio dei cavalli; altri invece, dicono che il nome sia derivato dalla forma che ricorda uno zoccolo di un cavallo o forse, più semplicemente,  perchè sono anche biscotti tipici di Siena, e a Siena per i cavalli, si sa che hanno particolari attenzioni. ;-)

emmesse